Notizie di Cronaca

Donna mutilata: giallo dell’Ardeatina in alto mare

giovedì 7 aprile 2018, 21:03 di Redazione




Rilievi luogo delitto

Ancora tutto da definire nell’omicidio dell’Ardeatina che vede una giovane donna mutilata i cui organi sono stati asportati con precisione chirurgica

Ancora non è si è capito a chi appartenga il corpo della donna ritrovato mutilato lo scorso 8 marzo in Via Porta Medaglia a Roma. Il giallo dell’Ardeatina, quindi, non vede ancora soluzione. La donna è stata rinvenuta mutilata con estrema precisione e chi l’ha ammazzata le ha anche asportato gli organi interni con la maestria di un chirurgo. Per trovare l’assassino, o gli assassini, la polizia ha reso noti alcuni rilevanti particolari, ripresi anche dalla trasmissione Chi l’ha visto, andata in onda ieri sera.

La donna, che sembrerebbe alta tra il metro e settanta e il metro e settantanove, indossava un gilet di cotone lavorato color carta di zucchero con dei bottoni a forma di fiore e una t-shirt con collo alla coreana e aveva, inoltre, uno smalto rosso con un decoro raffigurante la faccia di un dado che segnala il tre, e un anellino di marca Edna.

Dalle ultime indagini sui resti del corpo è emerso che probabilmente la donna ha consumato del vino e fumato una sigaretta insieme all’aggressore: può essere che per ingraziarsi le simpatie della vittima quest’ultimo le abbia proposto di fare un brindisi.

Tracce di cenere sono state ritrovate sui polpastrelli della donna, le cui dita rivelano una fumatrice accanita. Dopo averla uccisa, l’assassino l’ha brutalmente mutilata e ha asportato gli organi interni senza lasciare alcuna traccia di sé. Da una prima indagine, infatti, non è stato rivenuto alcun Dna estraneo alla donna. Le indagini sono, quindi, ancora in alto mare.






RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome