Notizie Casa

Energie rinnovabili: nuovi incentivi statali dal 2019

giovedì 14 aprile 2018, 11:13 di Serena Marigliano




Lampadina verde

Un decreto legislativo mette in atto la promozione del rinnovabile che vedrà una nuova serie di incentivi statali per le energie rinnovabili entro il 2019

Negli ultimi mesi si parla molto di energie rinnovabili anche alla luce del disastro nucleare di Fukushima. Al governo italiano viene da più parti chiesta una revisione della normativa in materia energetica, che diventa un punto caldo dell’agenda degli impegni da portare a termine. A Marzo è nato il D.Lgs 03/03/2018, atto a recepire la direttiva 2009/28 dell’Unione Europea che concerne la promozione delle energie rinnovabili.

Il decreto in questione mira ad una riorganizzazione concreta del sistema di incentivi statali al settore delle rinnovabili. In teoria, si vorrebbe tentare di far sì che gli oneri vengano tolti dalle spalle della collettività che è, ad ora, costretta a pagare una quota in bolletta.

Sino ad oggi sono moltissimi i cittadini che hanno fatto richiesta e ciò ha messo in crisi il sistema stesso delle incentivazioni ed è stato causa di alcune speculazioni da parte di alcuni operatori economici e delle Borse. Si è, pertanto, avvertita la necessità di rinnovare questo sistema d’incentivazione e il suddetto decreto legislativo dovrebbe servire proprio a questo.

Il nuovo sistema di incentivi sarà applicato agli  impianti da fonti rinnovabili che entreranno in esercizio a partire dal 1° gennaio 2019. Gli impianti verranno valutati in base alla loro grandezza e questo per tentare di stimolare sia i più grandi a migliorarsi sia per garantire maggiori sicurezze agli investitori minori.

Viene inoltre pensato un sistema di garanzia degli investimenti già effettuati: i certificati verdi possono essere ritirati entro il 2016 e il prezzo di ritiro degli stessi è stato  fissato al 78% di quello massimo di riferimento. Per quanto concerne il fotovoltaico, nei prossimi mesi verrà emanato un particolare decreto, con decorrenza dal 1 Giugno prossimo, che predisporrà una rimodulazione degli incentivi in base a nuovi parametri.






RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome