Notizie Economia -> Pensione

Fondi pensione: differenze tra negoziali, aperti e PIP

venerdì 15 aprile 2018, 17:36 di Serena Marigliano




Fondo pensionistico

Cosa sono i fondi pensioni e quali le differenze fra fondi aperti, negoziali e PIP ovvero Forme Individuali Pensionistiche

Iniziamo questo viaggio tra i fondi pensione specificando che sono lo strumento di cui s’è servito il legislatore per realizzare la previdenza complementare o, per capirci meglio, la pensione complementare, ossia quella che si aggiunge a quella obbligatoriamente percepita per legge una volta raggiunti i requisiti richiesti d’età e contributi. In pratica il fondo pensione non è altro che un fondo in cui il lavoratore investe i risparmi accumulati durante gli anni del suo lavoro per incrementare la pensione erogata dagli enti previdenziali obbligatori. Ne esistono di vari tipi.




Secondo la legge italiana (Decreto legislativo 252/05) si può scegliere tra un fondo, che può essere  negoziale o aperto, o la sottoscrizione di un Piano Previdenziale Individuale (PIP), ossia una vera e propria assicurazione che però è un fondo pensione a tutti gli effetti.

Per quanto riguarda i fondi pensione, come già detto ci sono quelli di tipo negoziale e quelli di tipo aperto: i primi sono  anche detti fondi ad ambito definito o fondi chiusi, e si basano su accordi presi tra organizzazioni sindacali e  imprenditoriali di settori specifici. Va da sé che l’adesione  a questo tipo di fondi è riservata solo ai lavoratori appartenenti alle specifiche categorie.

I fondi aperti, invece, non sono riservati solo a taluni soggetti ma tutti e non entrano in gioco i sindacati, bensì gli enti creditizi come, ad esempio, banche e assicurazioni.

Discorso diverso per i PIP, meglio conosciuti come Forme Individuali Pensionistiche (FIP): questi sono veri e propri strumenti previdenziali che fanno sì che si possano avere somme integrative rispetto a quelle previste dalla previdenza obbligatoria. Fin qui nulla di diverso rispetto ai fondi pensione: la differenza sta nel fatto che l’adesione ai PIP è a carattere individuale e, pertanto, c’è la possibilità di interrompere e riprendere in qualsiasi momento i versamenti senza però che ci sia una penalizzazione per l’utente.







RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome