Notizie di Cronaca

Fukushima: trovati i cadaveri di due operai dispersi

domenica 3 aprile 2018, 17:55 di Redazione




Centrale di Fukushima



Le brutte notizie che arrivano da Fukushima sembrano non voler mai finire. La Tepco ha reso noto che sono stati ritrovati i cadaveri dei due operai che erano tra gli scomparsi dopo il terremoto e lo tsunami dello scorso 11 marzo. I due erano addetti alla manutenzione del reattore numero 4. Le cause della morte sembrerebbero essere, stando a quanto detto dai portavoce dell’ente che gestisce la centrale nucleare, le ferite multiple, riscontrate in varie parti del corpo dei due operai, e l’annegamento.

I cadaveri erano stati rinvenuti già mercoledì scorso, ma la Tepco ha aspettato ad annunciarlo al mondo preferendo prima decontaminarli, onde evitare possibili contagi radioattivi. Ricordiamo che il governo ha deciso, nei giorni scorsi, di lasciare insepolti molti corpi per lo stesso motivo: le operazioni di decontaminazione di migliaia di corpi porterebbero via troppo tempo e sarebbero estremamente pericolose. Intanto non si abbassa l’allarme radiazioni che, anzi, sembra crescere di giorno in giorno in quella che è la peggiore crisi nucleare conosciuta dal Giappone e forse dal mondo intero.

Per quanto riguarda la fuga radioattiva dovuta alla falla ritrovata nella struttura del reattore numero 2, il quotidiano inglese The Indipendent fa separe che i tecnici della Tepco non hanno ancora risolto il problema: è stato, infatti, vano il tentativo di chiudere la crepa.

I tecnici avevano utilizzato del cemento ma il risultato non è stato definitivo. Adesso si proverà con un’iniezione di un polimero altamente assorbente. L’acqua radioattiva che fuoriesce dal reattore si disperde in mare e non dovrebbe essere pericolosa per l’ambiente ma solo per i tecnici al lavoro a Fukushima.








RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome