Guadagnare online

Guadagnare in Internet: come fare soldi online

venerdì 15 aprile 2018, 08:18 di Antony Coia




Fai soldi su internet

Guadagnare in Internet è possibile così come fare soldi online e lasciare il proprio posto di lavoro per fare del web la propria attività principale

Guadagnare con Internet o con un sito è possibile.

Il ventaglio di opportunità che le nuove tecnologie offrono a chi vuole fare business sulla grande rete, è senza dubbio da studiare con attenzione se si ha intenzione di raggiungere traguardi che, in questi tempi di crisi economica generale, sono non solo impensabili per il cittadino medio mono-stipendio, ma addirittura irraggiungibili con altri mestieri o professioni senza ingenti investimenti di capitale o business plan che vedono non un guadagno, bensì appena un pareggio, soltanto nel medio e lungo periodo.




Chiaramente, nessuno regala niente: per guadagnare online davvero è necessario studiare, applicarsi, investire tempo e soldi, informarsi continuamente per cogliere al volo le nuove opportunità che sul web posso venire fuori da un momento all’altro, spesso inaspettate, ed essere così in grado di sfruttarle prima e meglio degli altri.

Tuttavia, esistono molti metodi che possono facilmente adattarsi anche alle esigenze di chi, per puro hobby, decide di investire il suo tempo sulla rete Internet, magari realizzando un sito o un blog su argomenti “di nicchia”: in questo caso è possibile tramutare la propria passione in un qualcosa che, se può essere esagerato definire remunerativo nel più classico senso del termine, rappresenta senza dubbio un riconoscimento (in euro) dei propri sforzi e delle proprie competenze in un determinato settore. Al tempo stesso è possibile, sempre grazie alla rete Internet, costruirsi un “secondo lavoro”, una attività da affiancare a quella ufficiale, da svolgersi nel tempo libero e per il solo scopo di guadagnare del denaro extra che decisamente non fa mai male. Nei prossimi articoli vedremo in dettaglio come, una volta realizzato un blog/sito su un determinato argomento, arrivare a monetizzarlo, ovvero a renderlo una fonte di guadagno. Ma come fare a guadagnare su Internet?


Come già detto, a seconda della bravura e del tempo che si spende nel realizzare il proprio sito, farlo conoscere, farlo crescere come quantità e qualità dei contenuti e delle visite, si possono raggiungere traguardi economici anche molto importanti. Non sono infatti pochi i casi di coloro che – sì, anche in Italia! – hanno fatto della rete Internet il loro abituale posto di lavoro, magari lasciando le occupazioni precedentemente occupate visti gli alti guadagni ottenuti con questo tipo di business e, a volte, si tratta di vere e proprie cifre da capogiro!

Nulla è però lasciato al caso: chi vuole guadagnare con Internet deve armarsi di molta passione, pazienza, avere l’umiltà di capire che non si smette mai di imparare, partecipare a convegni e seminari di settore, sforzarsi di ottimizzare al massimo le opportunità di guadagno esistenti.

Nel caso di un sito o di un blog, come è facile intuire, la primaria fonte di introiti sono le pubblicità che appaiono nelle pagine web sotto forma di banner (immagini grafiche) o di links (la cosiddetta pubblicità testuale). Queste pubblicità possono portare guadagno in diversi modi: vediamo quali sono, iniziando a definire come “inserzionista” colui che in qualche modo paga per poter ospitare la sua pubblicità all’interno di un sito, quindi come “webmaster” colui che invece il sito lo ha realizzato e lo mette a disposizione proprio degli inserzionisti.

Il modo più tradizionale è quello del Pay per click, che vede l’inserzionista pagare al webmaster una certa cifra per ogni click che un utente unico del sito effettua sulla sua pubblicità, sia essa un banner che un link testuale. Altro metodo classico è invece il Pay per Impression: in questo caso l’inserzionista paga al webmaster una determinata cifra per ogni visualizzazione della sua pubblicità, di qualunque tipo esso sia, sulle pagine web del sito internet o del blog. In questo ambito si parla di CpM, ovvero del Costo che l’inserzionista dovrà sostenere per ottenere Migliaia di visualizzazioni del suo banner o text link, stimabile in centesimi di euro.

Questi due metodi sono quelli più utilizzati da un colosso del settore come Google, il quale ha dato un vero e proprio scossone al mercato (leggi “alla concorrenza”…) con i suoi servizi Google AdSense (per i webmaster) e Google AdWords (per gli inserzionisti). Nello specifico il gigante di Mountain View raccoglie le richieste degli inserzionisti (dal singolo privato fino alla grande industria) di ospitare pubblicità sui siti internet praticamente di tutto il mondo, sia in forma grafica che testuale. Ai webmaster dona invece l’opportunità di ospitare queste pubblicità ottenendo così un riscontro economico, che per alcuni rappresenta la principale opportunità di guadagno ed anche con diversi zeri, per altri semplicemente un “rimborso spese” del proprio tempo dedicato a curare il sito o un modo per ripagarsi le spese di hosting.

Altre fonti di guadagno per il webmaster sono quelle derivanti dall’ospitare pubblicità in modalità Pay per Sale e Pay per Lead. Con il primo termine si fa riferimento alle pubblicità di inserzionisti che operano nel commercio elettronico: questi ultimi  fanno ospitare sui siti dei webmaster delle pubblicità generiche dei loro siti, oppure delle pubblicità specifiche di alcuni prodotti o categorie di prodotti. Ne consegue che quando un visitatore “cliccherà” su una pubblicità del genere e poi effettuerà sul sito dell’inserzionista un acquisto online, sia esso di un bene come di un servizio, al webmaster andrà una percentuale sul valore del bene così venduto (tipicamente tra l’uno ed il massimo cinque per cento per i beni “fisici” di alto consumo, come ad esempio computer o cellulari).

Con il termine Pay per Lead si intende invece il riconoscimento al webmaster di una quota fissa (che può essere di qualche centesimo come di qualche euro) per la registrazione di un utente ad un determinato sito o servizio. Il caso più tipico è quello delle agenzie matrimoniali, che pagano i webmaster per pubblicizzare i loro siti al fine di ottenere nuovi iscritti in particolar modo tra le donne, oppure delle società che offrono servizi di comparazione prezzi, come i tanti siti che parlano di investimenti, mutui, prestiti o polizze assicurative.

Tutti questi modi di generare introiti sono possibili non solo con Google, ma anche attraverso altri canali. Il primo caso è quello dei Circuiti di Affiliazione, società specializzate che agiscono come vere e proprie agenzie pubblicitarie, le quali raccolgono le richieste degli inserzionisti e si occupano poi di ospitare le pubblicità dei loro clienti sui siti internet di quanti aderiscono al circuito.

Per guadagnare su Internet nei modi succitati, i webmaster non sono comunque obbligati a rivolgersi a queste agenzie ma, nel caso di siti o blog dedicati ad argomenti particolari, possono anche decidere di procurarsi da soli gli inserzionisti. In questo caso si parla di Affiliazione Diretta, ovvero della trattativa diretta tra un webmaster ed un inserzionista per la vendita di spazi pubblicitari su un sito. Il metodo di vendita può essere variabile, tra i già citati Pay per Click e Per per Impression fino alla vendita di uno spazio banner per un determinato periodo di tempo.

La grande rete ha inoltre dato a molti l’opportunità di crearsi un vero e proprio nuovo mestiere, non necessariamente dando vita ad un sito internet. I blog dei quali parliamo, infatti, hanno bisogno di contenuti: allora, chi meglio può offrire contenuti per i blog se non un web writer (anche detto meno professionalmente articolista?).

Ecco quindi nascere una nuova opportunità di guadagno con Internet, rivolta a chi non solo conosce bene le regole della grammatica e dell’esprimersi correttamente, ma a chi ha anche specificatamente studiato come realizzare contenuti (sotto la forma di articoli o Blog Post) che siano SEO Friendly, ovvero amichevoli nei confronti dei motori di ricerca; questi ultimi potranno così indicizzare meglio questi contenuti e attirare più visitatori sul sito del webmaster. Quest’ultimo può decidere di pagare il web writer, fornitore di contenuti per la creazione di uno o più contenuti, oppure pagarlo dividendo con lui gli introiti pubblicitari generati dai metodi sopra descritti. In quest’ultimo caso si parla di Revenue Sharing (suddivisione degli utili), un vero e proprio fenomeno degli ultimi tempi.

I metodi per guadagnare con internet non sono certo finiti: tra i web writer, ad esempio, c’è chi preferisce non vendere i suoi contenuti ai diversi blog, ma si occupa invece di realizzare in proprio dei manuali o guide in formato elettronico. Questo è il caso della vendita di ebook. Allo stesso modo c’è, tra i webmaster, chi decide di realizzare un sito, farlo crescere e conoscere e poi, arrivato ad un certo punto, preferisce occuparsi di altro e quindi si occupa di mettere in vendita il sito completo. Addirittura, c’è chi non realizza affatto dei siti, ma si limita all’acquisto e rivendita di nomi di dominio. Questi ultimi due mercati sono abbastanza floridi anche in Italia, sebbene richiedano conoscenze di web marketing e risorse economiche e temporali non indifferenti.

Tra gli altri metodi di guadagno online, c’è anche una particolare forma di commercio elettronico conto terzi, meglio nota come drop shipping; questo tipo di pratica è molto diffusa all’estero e un poco meno in Italia, anche per colpa di una legislazione nazionale piuttosto restrittiva in questo campo, ma è comunque una fonte di reddito che può interessare coloro che sono capaci di attrarre molte persone verso l’acquisto di beni e servizi online.

Tutti questi metodi e tecniche saranno oggetto di analisi in articoli ad hoc di prossima pubblicazione su questo stesso sito. Se volete cambiare lavoro, fare soldi online e quindi ottenere un guadagno extra o diventare dei veri professionisti del web, fino a farlo diventare l’unica vostra fonte di sostentamento, non dovete far altro che continuare a leggere.

Buona lettura, buon lavoro e buoni guadagni in Internet!







RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome