Notizie Economia -> Mutuo

Insolvenza mutuo e ritardato pagamento

lunedì 4 aprile 2018, 11:27 di Redazione




Tasse e rate impossibili da pagare

In crescita i ritardatari nelle solvenze delle rate del mutuo così come le famiglie che non riescono più a gestire le spese verso le banche


Con la crisi economica che c’è il problema dell’insolvenza è molto sentito. Si parla di insolvenza quando c’è la manifestata impossibilità, da parte di chi ha contratto un mutuo con un ente creditizio, di ripagare l’importo dovuto. Colui che accende un mutuo, quindi, non è in grado di onorare gli impegni presi con la firma del contratto.

Bankitalia ha fatto sapere che il fenomeno è in crescita, tanto che nel mese di dicembre del 2010 il 5% delle famiglie che hanno acceso un mutuo ha dichiarato di non riuscire ad ottemperare all’impegno preso. Ma tra gli insolventi non solo famiglie: larga parte dei disoccupati, e nuovi tali, non riesce a pagare le rate del mutuo e men che meno riescono a farlo i precari.

Cosa fare in questo caso? Esistono alcuni modi per fronteggiare il mancato pagamento della rata del mutuo ma sono da ritenersi puramente temporanei e mai definitivi. Il Governo poi è intenzionato a mettere in atto delle moratorie per chi non riesce a pagare: si tratta della sospensione temporanea del pagamento delle rate.

Altro mezzo per arginare il problema è il tentativo di agevolare l’accensione di mutui da parte dei precari e di famiglie con reddito basso: in questo caso lo Stato fa da garante nel caso in cui si verifica insolvenza. Ovviamente parliamo di provvedimenti  provvisori ed urgenti che sì tamponano il problema ma non sono in alcun modo risolutori, perché il  debito deve essere in ogni caso estinto.






RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome