Notizie di Cronaca

Lampedusa: accordo del governo per la Tunisia

venerdì 1 aprile 2018, 14:53 di Redazione




Cartello per Berlusconi


In attesa della visita a Tunisi di lunedì prossimo, il Premier Silvio Berlusconi parla del problema immigrazione definendolo “uno tsunami umano che può assumere delle dimensione importanti“. Questo quanto detto dal Presidente del Consiglio durante la conferenza stampa  tenutasi oggi a Palazzo Chigi, dopo la prima riunione della cabina di regia tra governo e autonomie locali sull’emergenza immigrazione.

Berlusconi ha sottolineato la risposta assolutamente positiva delle Regioni all’appello fatto dal governo per una collaborazione atta a non lasciare sola Lampedusa. Continua rassicurando i più sulla provvisorietà delle tendopoli e prosegue ribadendo che “per noi la prima soluzione è quella del rimpatrio. Per questo è importante che nell’incontro di lunedì prossimo ci sia l’impegno della Tunisia per l’accettazione dei rimpatri“.

Dicendosi fiducioso del buon esito dell’incontro con le autorità tunisine di lunedì prossimo, Berlusconi ha annunciato che il governo italiano ha già raggiunto un accordo “per una serie di interventi a favore della Tunisia a fronte dell’impegno a fermare l’uscita illegale di loro cittadini dal loro Paese. Noi ci siamo impegnati in linee di credito e equipaggiamenti a forze di polizia impegnate nel controllo per un valore vicino ai 100 milioni dalla metà del mese di aprile“.

A chi chiede se sono superate le divergenze d’opinione con Bossi, il Premier risponde in modo secco: ”non ci sono difficoltà nella maggioranza. Abbiamo chiarito – ribadisce – che la eventuale divisione degli immigrati sarà proporzionale al numero degli abitanti di ogni singola regione“.

Stando alle sue parole, l’Italia sta continuando a fare pressioni sull’Ue per ricevere ulteriori aiuti. Al momento la situazione nelle tendopoli, specialmente in quella di Manduria, è tragica. E mentre Chiamparino, sindaco di Torino, sospende la disponibilità dell’Arena Rock, il mare grosso e il forte vento di oggi stanno rallentando le operazioni di sgombero dell’isola siciliana.






RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome