Notizie Economia

Mario Draghi verso la presidenza di BCE

sabato 21 maggio 2018, 10:59 di Serena Marigliano




Mario Draghi per BCE

Prosegue il cammino di Mario Draghi verso la presidenza della Banca Centrale Europea che vede una buona maggioranza schierata dalla sua sua candidatura



Il cammino di Mario Draghi verso la Presidenza della Banca Centrale Europea prosegue spedito e senza intoppi. Già l’Eurogruppo si era espresso in maniera unanime e positiva per quanto riguarda la sua candidatura unica e, nella giornata di ieri, è arrivato anche il sì dell’Eurofin. Il Presidente della Banca d’Italia, quindi, procede a grandi passi verso il suo personale traguardo. Il Presidente di turno dell’Ecofin, ossia Gyorgy Matolcsy ministro delle Finanze ungherese, ha sottolineato che la raccomandazione verrà proposta anche ai capi di Stato e a quelli di Governo il prossimo 24 giugno.

Atteso anche il parere del Parlamento Europeo, tramite la Commissione Affari Economici e Monetario. Per Draghi sarà un’altra prova di quello che può considerarsi a tutti gli effetti una sorta di esame preliminare. Il tutto si chiuderà a Luglio, con la ratifica definitiva dell’Ecofin. Draghi dovrebbe assumere il nuovo incarico a Novembre, mese in cui finisce il mandato dell’attuale Presidente Trichet.

Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, non ha rilasciato commenti in merito alla possibile Presidenza Draghi. Il commento ufficiale del nostro Governo è arrivato dal ministro del Walfare Sacconi che ha sottolineato che per l’Italia si tratta di un grande risultato. Mario Draghi, stando alle parole del ministro, è stato un ottimo governatore di Bankitalia. Adesso il suo compito sarà quello di portare l’euro fuori dalla crisi. Ricordiamo che a favore della candidatura di Mario Draghi alla Bce si era espresso anche il nostro Presidente Napolitano, che durante la visita ufficiale a Berlino, lo scorso Febbraio, aveva speso delle ottime parole per l’attuale Presidente di Bankitalia.








RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome