Notizie Economia -> Mutuo

Mutui in Italia: più gettonati quelli a tasso variabile

sabato 14 maggio 2018, 10:59 di Serena Marigliano




Percentuali d'interesse

Supermoney, leader di comparazione mutui su Internet, dichiara che gli italiani preferiscono ancora il mutuo a tasso variabile nonostante il recente aumento dei tassi d’interesse


Secondo un’indagine condotta da Supermoney, sito che permette la comparazione di mutui, nonostante il rialzo dei tassi d’interesse voluto dalla Bce, il tasso d’interesse variabile va ancora per la maggiore. Sembrerebbe, quindi, che gli italiani siano ancora legati alla convenienza del tasso variabile, nonostante la crescita del tasso Euribor, da molti vista come un deterrente. L’indagine portata avanti da Supermoney s’è basata sulle richieste di mutui effettuate nel primo trimestre del 2018.

I risultati dicono che tra le richieste di mutuo,  il 67% è a tasso variabile, mentre solo il 28% a tasso fisso e il 5%  a tasso misto. Molto successo sembrano riscuotere i mutui con cap, che ottengono il 15% delle preferenze. Perché? Probabilmente perché questo tipo di mutuo ha un tetto massimo oltre il quale la rata non può andare. Quindi è una sorta di salvagente nel caso di un rialzo troppo elevato dell’indice Euribor.

Dall’indagine emerge che sempre più italiani chiedono un mutuo per comprare la prima casa, ma anche per ristrutturazioni e per l’acquisto di una seconda casa, anche se in maniera minore. La media dei finanziamenti richiesti, ovviamente sul sito Supermoney, è di 142 mila euro: molto più alta rispetto alla media nazionale.

In sintesi, molte famiglie o molti singoli hanno oggi la necessità di accendere un mutuo per pagare la loro prima casa, così come la seconda abitazione piuttosto che una ristrutturazione e in molti comparano le offerte online, alla ricerca di quella più conveniente in base alle proprie esigenze.

Questo a riprova che internet serve a molto e a molti per fare scelte più oculate.






RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome