Notizie Economia

Prezzo benzina: lento (mica tanto) e inesorabile aumento

giovedì 5 maggio 2018, 10:57 di Serena Marigliano




Caro benzina

Nuovo record storico per il prezzo della benzina che si assesta oltre 1,6 euro per litro, arrivando a toccare anche 1,643 in regioni quali la Puglia



Ennesimo rincaro per la benzina, il cui prezzo tocca un nuovo record storico. Secondo alcuni la media del prezzo a litro si aggirerebbe intorno a 1,6 euro, e comunque molti sono i distributori che erogano un litro di benzina per 1,599 euro. Un nuovo aumento che grava in maniera notevole e pesante sulle tasche degli italiani. La complessa situazione nei Paesi mediorientali così come quella della Libia influiscono in maniera decisa sul prezzo della benzina che schizza a prezzi record difficilmente visti prima.

Tra le regioni che fanno pagare di più un litro di carburante, ancora una volta ci sono Piemonte e Veneto, che, in media, fanno pagare 1,595 euro un litro di benzina e 1,496 un litro di diesel. Anche la Provincia autonoma di Bolzano non scherza: qui fare il pieno costa oggi 1,632 euro al litro per quanto riguarda la verde e 1,533 euro al litro per il gasolio.

Ancora più alta, poi, la media della benzina in quelle Regioni che fanno pagare l’addizionale regionale. Sono Marche, Abruzzo, Liguria, Molise, Puglia, Calabria, Campania: qui la benzina arriva a costare fino a 1,643 euro al litro (Puglia).

Come più volte notato, il prezzo varia poi in base alle marche, anche se l’oscillazione è minima. Gli impianti Tamoil sembrano essere i più cari (1,599 euro/litro), seguiti da Esso.

Più accessibile risulta, invece, essere il Gpl i cui prezzi si mantengono intorno allo 0,77 centesimi di euro per litro. Una vera e propria stangata per le famiglie italiane e per le tasche di noi tutti.








RISPONDI

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome